BIOGRAFIA

fbt


Marco Torresin nasce nel 1987 a Camposampiero (PD).
    

Inizia la sua formazione presso il Liceo Artistico/Architettonico Amedeo Modigliani di Padova e successivamente frequenta l’Università IUAV di Venezia conseguendo la laurea magistrale in Architettura indirizzo “Conservazione e Costruzione”.

Durante i suoi studi approfondisce temi che arricchiscono anche la sua grande passione per la scenografia, frequentando e superando con successo corsi anche in altre facoltà e università: “Scenografia teatrale e cinematografica” presso la facoltà di “Arti Visive e dello Spettacolo” dello IUAV, “Estetica” presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, “Aspects of japanese and Western Culture viewed through the cinema” e “Digital Tools for Humanities” presso la Venice International University.

Svolge una collaborazione con la società “The Piranesi Experience” che si occupa di indagare l’architettura e di raccontare l’opera architettonica, attraverso le più sperimentali, avanzate e moderne tecniche di ripresa cinematografica e digitale.

Successivamente alla laurea magistrale consegue tramite esame di stato l’abilitazione alla professione di architetto.

Con bando di selezione del 2013 viene ammesso al corso di scenografia della Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma dove per un periodo di tre anni (2014-2016) ha il piacere di apprendere e collaborare con Scenografi importanti del settore cinematografico come Francesco Frigeri docente responsabile del corso e suo Maestro, conseguendo al termine il diploma di scenografo.

Conclude il suo percorso formativo nel 2017 presso la Gnomon school of Visual Effects di Hollywood – Los Angeles al fine di perfezionare le sue conoscenze come “Digital artist 2D/3D and Matte painter” e dove ha modo inoltre di affinare il suo inglese a livello professionale.

Passione e dedizione gli fanno acquisire padronanza nelle tecniche di disegno tradizionali e di  software come:  AutoCAD,  SketchUpMayaV-ray  e  Photoshop.

Queste conoscenze, arricchite da capacità pratiche e costruttive gli permettono di poter collaborare come figura professionale polivalente, nell’ambito della progettazione e realizzazione architettonico/scenografica di Film, Telefilm e opere teatrali. Tra i suoi ultimi lavori figurano: “FAVOLA” e “DOGMAN” accanto a Dimitri Capuani, “THE NAME OF THE ROSE” e “LEONARDO” con Francesco Frigeri E Domenico Sica, “CATCH-22” con David Gropman, “THE NEW POPE” con Ludovica Ferrario e “THE LAST PLANET” con Stefano Maria Ortolani; principalmente nei ruoli di:  Assistant Art Director, illustratore,  Matte Painter e Grafico.